Area discussioni

Uno spazio di dibattito e riflessione che veda coinvolti gli Accompagnatori di Escursionismo del CAI Abruzzo attivi sul terreno della cultura della montagna e sui grandi temi connessi alla nostra attività, quali ad esempio la SICUREZZA, la RESPONSABILITA', le TECNICHE, il RUOLO DELL'ACCOMPAGNATORE NELLE PROPRIE SEZIONI, etc... I temi verranno di volta in volta proposti dalla Commissione Regionale per l'Escursionismo e quindi aperti al contributo di riflessione e pensiero di tutti. Uno spazio necessario allo scambio, al confronto, alla crescita comune. Anche in questo caso l'obiettivo potrebbe essere la pubblicazione di un volume (o più volumi tematici) sui vari temi dibattuti. Una "Assemblea permanente" degli Accompagnatori abruzzesi!

La figura dell'Accompagnatore di Escursionismo

La prima discussione che proponiamo riguarda la figura dell'Accompagnatore di Escursionismo operante in ambito CAI. Definito sinteticamente "uomo del territorio", l'Accompagnatore del CAI è figura che, ai diversi livelli di competenze e specializzazione, propone e promuove precise esperienze di frequentazione della montagna in ambito escursionistico. Forte di una preparazione tecnica e culturale in grado di determinare sicurezza e consapevolezza nelle attività escursionistiche delle Sezioni CAI, l'Accompagnatore è (dovrebbe essere) anche volano per le attività sezionali in ambiente, nonchè stimolo efficace per le attività di formazione dei soci, di cultura della montagna, di relazioni operative con enti, associazioni e strutture del territorio in diversi modi interagenti con le attività del CAI. Un ruolo fondamentale quindi, non certamente limitato al solo accompagnamento ma che spazia a 360 gradi all'interno delle attività sezionali, dove porta competenze e progettualità, idee e ideali legate ad una consapevole e qualificata azione di attualizzazione e di prospettiva delle Sezioni del Club Alpino Italiano. Non sempre gli Accompagnatori assolvono a questa funzione, spesso limitandosi al solo ruolo specifico, con evidenti limitazioni della sua figura, del suo ruolo e della efficacia dell'azione propulsiva in ambito sezionale , anche in termini istituzionali e culturali. Dunque, ri-partendo dalla definizione di "uomini del territorio", la discussione vuole aprire un contesto di scambio sulla figura degli Accompagnatori tutti (ANE, AE, ASE) CHE NOI RITENIAMO ESSERE IL NUCLEO ENERGETICO FONDAMENTALE E IMPRESCINDIBILE PER UNA AZIONE EFFICACE DEL CLUB ALPINO ITALIANO, SULLE NOSTTRE MONTAGNE, NELLE NOSTRE SEZIONI, NEI NOSTRI TERRITORI. Peraltro la branca dell'Escursionismo se non è certamente la più importante è sicuramente, in ambito CAI, la più numerosa (la stragrande maggioranza dei soci CAI pratica l'escursionismo a diversi livelli), articolata (escursionismo, ciclo, seniores) e complessa (escursionismo estivo, invernale, cicloescursionismo, sicurezza negli ambienti, cultura, sentieristica, rifugi,...). Anche in ragione di ciò scambiare idee e opinioni sul nostro ruolo diventa un arricchimento urgente e necessario.
Inserite le vostre opinioni in merito alla vostra esperienza, alle vostre difficoltà, alle vostre iniziative, a ciò che è e ciò che vorreste fosse l'Accompagnatore CAI nelle Sezioni, nel mondo CAI, nei territori montani e naturali della nostra regione, a partire dal presente e per costruire il futuro che vogliamo condividere.

Scrivi commento

Commenti: 0
Meteo Abruzzo

Servizio nazionale di previsione neve e valanghe
CAI Abruzzo
CAI Abruzzo
Pagina facebook CRE
Facebook CRE

Parco Majella
Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise

Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga
Parco Regionale Sirente Velino